Percorso "dal latte... al burro"

adeguato dalla scuola dell’infanzia fino alla superiore di 1°grado

E’ importante promuovere la valorizzazione del latte, alimento altamente presente sulle nostre tavole, sia come prodotto fresco che trasformato, in quanto la sua origine, essendo prodotto italiano con tracciabilità, è garanzia di qualità e sicurezza. Attraverso l’educazione alimentare, si vuole riconoscere il latte bovino come alimento e materia prima alimentare di grande importanza nutrizionale, salutistica e storico-culturale.

Discipline coinvolte

  • scienze naturali,
  • educazione tecnica e tecnologica,
  • italiano,
  • educazione alimentare,
  • educazione civica,
  • storia.

Obiettivi

  • Conoscere alcuni prodotti alimentari e le loro caratteristiche.
  • Avvicinarsi agli animali della fattoria ed apprendere le loro abitudini.
  • Scoprire le relazioni tra uomo, animale e ambiente.
  • Realizzare semplici confronti tra l’economia contadina di oggi e del passato, tra l’industria e l’agricoltura.
  • Analizzare gli elementi nutrizionali per avviarsi ad una corretta educazione alimentare.
  • Sperimentare alcune trasformazioni in ambito alimentare: dal latte alla panna, dalla panna al burro, dal burro alla torta.
  • Scoprire semplici tecnologie applicate per la produzione del latte e per la trasformazione dei prodotti; conoscerne la loro evoluzione nel tempo (mungitura a mano e meccanica, uso del fiasco, del frullatore e di semplici arnesi da cucina).
  • Conoscere alcuni prodotti (latte, panna, burro e alcuni derivati) confezionati per il consumatore : varietà e tipologie offerti dal mercato.

Visitando la stalla,  la corsia di alimentazione dove viene distribuito il foraggio, si effettua la conoscenza diretta dei bovini (vacche da latte, manze e vitelli) delle loro caratteristiche, abitudini e del loro ciclo vitale e produttivo; si osservano i sistemi impiegati per la mungitura del latte con  impianto meccanizzato/robotizzato.

Nel laboratorio di burrificazione il latte crudo viene scremato dagli ospiti per ottenere la panna che, agitata, dà origine al burro. Gli utenti conoscono la panna con i sensi e conoscono tecniche diverse per sbattere la panna, utilizzando strumenti d’oggi e del tempo passato: il frullatore, il fiaschetto, la zangola.

Una breve animazione musicale a tema accompagna l’assaggio dei riccioli di burro che ogni studente ricava da un panetto e che spalma su una fetta di pane.

Per i ragazzi risulta divertente il momento della simulazione della mungitura a mano con una “vacca finta”.

Contattaci per info e costi

1 + 12 =

Pin It on Pinterest

Share This